LA STORIA  
     
  La Fondazione CHIRURGO e CITTADINO (FCC) nasce nel 2010 da una collaudata collaborazione tra:  
   
     
  Gli obiettivi principali, come chiaramente indicato dal titolo della Fondazione, sono  
 
  1.  la ricostituzione dei rapporti tra il mondo della chirurgia e quello dei cittadini-pazienti attraverso una concreta disponibilità dei Medici che culturalmente e concretamente pongono l’utente al centro dell’organizzazione sanitaria, consapevoli delle giuste esigenze del malato (e dei familiari) con il quale (i quali) è indispensabile colloquiare in maniera da stabilire una relazione basata non solo sull’informazione, ma anche su scelte e decisioni affrontate insieme con comune consapevolezza dei vantaggi e dei rischi, realizzando così quello status ideale definito dagli anglosassoni empowerment e da noi partecipazione consapevole.
  2. la promozione della formazione del chirurgo nel campo delle cosiddette non techical skills con particolare attenzione a tutte e fasi del governo clinico, alla comunicazione in equipe, al team work e alla comunicazione con il paziente, implementando in tal modo la sicurezza delle cure e riducendo drasticamente la frequenza di eventi avversi e, in ultima analisi, dei contenziosi medico-legali.
 
  Un progetto a tutto campo che per il raggiungimento degli obiettivi individuati dovrà interagire con le realtà scientifiche accreditate, con il mondo dell’Università, con il mondo della informazione e delle Imprese del settore oltre che con la Scuola e le Associazioni rappresentanti il Cittadino.  
     
  Fondatore - Associazione dei Chirurghi Ospedalieri Italiani (A.C.O.I.)